Come bloccare l'installazione di applicazioni in Windows 10

Come modificare le autorizzazioni

Il nuovo aggiornamento di Windows 10 apporta molti miglioramenti e nuove funzionalità a Windows 10. Il campo della sicurezza è notevolmente favorito con questo aggiornamento e con esso la tranquillità di molti utenti.

Grazie a Creators Update, gli utenti di Windows 10 possono bloccare l'installazione dell'app agli utenti che non sono amministratori di sistema, qualcosa di pratico per molti computer che sono controllati da più utenti e che quindi la sicurezza non è così alta come in altri computer.

Ovviamente, per limitare l'installazione di alcune applicazioni, oltre ad essere amministratori di sistema, Dobbiamo aver installato l'ultima versione di Windows 10, Creators Update per essere più specifici.

Microsoft Store potrebbe essere l'unico modo per gli utenti dopo aver bloccato l'installazione delle applicazioni

Una volta che abbiamo questo, dobbiamo andare a impostazioni. Entro impostazioni Clicca su applicazioni e da lì vai a Funzionalità e applicazioni. In questa schermata, in alto vedremo un'opzione chiamata «Installazione di applicazioni«. Questa opzione è quella che dobbiamo modificare e cambiare in modo che possano essere installate solo le app di Microsoft Store. Ci sono altre opzioni come la possibilità di installare da qualsiasi luogo, avvisare della sua installazione o l'opzione che abbiamo scelto.

Questa opzione è la più sicura perché consentirà agli utenti di installare app solo da Microsoft Store, Store che viene controllato ogni giorno per il codice dannoso, rendendolo un'opzione pulita. E se vogliamo limitare ulteriormente questo, possiamo obbligare gli utenti a inserire una password per utilizzare Microsoft Store (questo viene fatto nelle opzioni avanzate dello store), essendo quasi impossibile installare applicazioni in Windows 10.

Questo è particolarmente utile nelle apparecchiature delle sale computer o nei computer aziendaliComputer che devono essere molto sicuri perché collegati a reti private e possono quindi infettare altri computer in caso di virus o minacce. In ogni caso, che ne abbiamo bisogno o no, è qualcosa di utile e facile da fare. Non pensi?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.